giovedì 27 agosto 2020

Frankie's 30 Minutes, Live DJ set dal 28 agosto per nove venerdì a 45 giri su Twitch TV

 


Dal 28 agosto 2020 ogni venerdì alle 19:00 sul canale streaming Twitch Television parte “Frankie’s 30 Minutes”, una serie di dj set tematici a 45 giri dal vivo. La prima sessione sarà dedicata proprio al Miami Sound, genere che spopolava negli Anni 70, trainato dall’etichetta TK Records e da artisti quali la K.C. & the Sunshine Band e George McCrae e che ha contribuito in maniera determinante alla nascita della serie Soul Explosion.
In questo periodo difficile per il mondo dei DJ, spesso e immeritatamente accomunati solo ai rischi degli assembramenti, è mia opinione che bisogna puntare sulla rivalutazione della diffusione musicale, sullo stimolare la curiosità per la ricchissima tradizione musicale come quella della Dance 70 e 80, un tempo bistrattata e oggi giustamente rivalutata. Dietro una facciata di orecchiabilità e facilità di ascolto c’erano eccellenti musicisti, sia nelle piccole band che, è il caso di ricordarlo, nelle grandi orchestre anche di 40-50 elementi che partecipavano alla realizzazione di molti brani per il dancefloor.
Di Frankie’s 30 Minutes sono previste nove puntate e, dopo il focus sul Miami Sound, ci sarà spazio per altri generi quali il Funk, la Italo Disco, il Pop Anni 80, la House Music ed altri ancora, sempre rigorosamente a 45 giri.
Il disco a 45 giri è all’origine del mondo del clubbing è quello che ha avvicinato le masse alla musica da ascoltare e condividere e la sua ritualità nell’utilizzo, le copertine, il fruscio della puntina all’inizio del solco, la durata breve, le versioni strumentali sul lato B… tutto contribuisce a un fascino immortale di questo formato.
L’url del canale per seguire le nove puntate di Frankie’s 30 Minutes è https://www.twitch.tv/djfrankiefortyfive

lunedì 13 luglio 2020

24 Luglio 2020: The Italo Disco IG Live DJ Set


Venerdì 24 Luglio 2020 diretta Instagram alle 18:30 ora italiana con un dj set dedicato interamente alla ITALO DISCO Anni 70 e 80. Il fenomeno Italo Disco è oramai radicato nelle esperienze dei dj di tutto il mondo. Nato quasi per sfida negli Anni 70 il genere ha avuto pionieri d'eccezione quali Gazebo, i fratelli La Bionda, il compianto Mike Francis, sino all'eccellenza dei Change prodotti da Mauro Malavasi, solo per citare qualche nome.
Il fenomeno però è molto più vasto ed è  oggetto di continua riscoperta anche delle produzioni più assimilabili al genere rare groove, con forti ventaure funk, brani che erano di nicchia già all'epoca, e oggi divenuti di culto tra i collezionisti di vinile. 
Il dj set, sempre rigorosamente a 45 giri, ripercorrerà quegli anni con una playlist ricca di successi ma anche di brani più oscuri e ricercati.
L'account Instagram è quello di sempre: @djfrankiefortyfive

mercoledì 1 luglio 2020

The Space Disco Instalive DJ set


Il 3 luglio 2020 dj set su Instagram dedicato alla Disco spaziale, un particolare segmento della discomusic molto in voga alla fine degli Anni 70.
Erano gli anni in cui l’elettronica cominciava ad invadere le piste da ballo grazie alle invenzioni musicali di produttori e autori quali Giorgio Moroder, Didier Marouani, Meco Monardo solo per citarne alcuni, ma il fenomeno aveva una portata molto più ampia.
In quegli anni la cultura popolare era fortemente influenzata da alcune produzioni cinematografiche quali Star Wars, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo e l’adattamento per il cinema della serie TV Star Trek.
Tre film la cui forza immaginifica e spettacolare entrò nella vita quotidiana modificando abitudini, letture, moda, arte e, ovviamente, la musica, soprattutto quella da discoteca che ben si prestava all’utilizzo di effetti e sonorità che ricordassero lo Spazio, grazie anche all’arrivo di nuovi strumenti e tecniche di registrazione.
Il djset ripercorrerà, rigorosamente in vinile a 45 giri, quegli anni cosmici, ricchi di arrangiamenti dance di colonne sonore, produzioni originali fantasiose, a volte kitsch ed eccessive ma sempre divertenti e piene di ritmo.
A contribuire in modo particolare alla diffusione del genere fu la scena delle produzioni europee, tedesca, italiana e francese in particolare, che finirono per coinvolgere anche la scena americana, al punto che artisti rinomati del panorama funk e rhythm and blues finirono per inserire elementi spaziali nelle loro composizioni.
Il lavoro dei dj in questo periodo è reso molto difficile dalle necessarie restrizioni sanitarie – ci tenogo a sottolineare - ma dobbiamo fare tesoro ed esperienza di quanto accaduto e il 2020 può essere anche l’occasione per riportare al centro della nostra passione la musica e la sua storia, più che gli assembramenti e la confusione, e questo spirito fatto di divulgazione oltre che di condivisione, potrebbe essere applicato anche in appuntamenti con un pubblico reale, come quello dei concerti con numero limitato e distanziato come da Legge.
Il dj set spaziale sarà visibile in diretta su Instagram alle ore 21:00 di venerdì 3 luglio ora italiana sull’account @djfrankiefortyfive.

mercoledì 24 giugno 2020

POV LONDON: The Vinyl Sessions 27/06/2020


Il 27 giugno 2020 dalle ore 15:00 alle 22:00 (ora italiana, a Londra un'ora prima per il fuso orario) quattro DJ si alterneranno in diretta streaming per un live dj set per celebrare il vinile, in attesa che l’attuale situazione legata all’emergenza Covid-19 si sblocchi definitivamente e si possa tornare a mixare davanti a un pubblico reale.
L’evento è organizzato dal team inglese POV London e tra i dj in scaletta, Ryan Osceros (aka Battles1), Inch High 73, Nick Ward alias Parsons, ci sono anche io, Frankie 45 o Frankie Fortyfive che dir si voglia, cn un set a 45 giri di singoli soul, disco e funk.
L’evento si svolgerà sulle piattaforme Instagram e Mixcloud e il sound attraverserà vari generi del dancefloor, dal soul al disco funk, dalla house alla tecno.
Durante il lockdown c’è stato modo di intensificare l’attività in streaming, ed essere stato invitato dal team di POV London per questa sessione vinilica è stato un vero piacere. La giornata sarà un’occasione per ricordare a tutti che i dj e la passione per la musica non si fermeranno, e che siamo pronti a tornare in pista e a far tornare la gente in pista.
Mentre la tecnologia fornisce strumenti sempre più sofisticati e automatizzati per il mestiere del disc jockey, Il vinile sta vivendo un momento di forte interesse, grazie anche a chi diffonde la musica con i riti e la manualità delle origini della discomusic, tra piatti, feltri, puntine e una montagna di dischi.
Usare i vinili è un modo, forse il modo, per unire il collezionismo al mestiere del dj.  Io appartengo alla generazione di quelli che andavano in discoteca per sentire le novità d’importazione e poi il giorno dopo correre a cercare i dischi nei negozi specializzati. 
Questi gli account per seguire i dj set e l'ora italiana di streaming del 27 luglio 2020: 

@battles1 dalle 15 alle 16 e dalle 19 alle 20 e 30
@djfrankiefortyfive dalle 16 alle 17
@inchHigh73 dalle 17 alle 18
@parsons_pov_dj dalle 18 alle 19 e dalle 20 e 30 alle 22


Il team di POV London è sulla scena dal 1989 portando la loro musica, rigorosamente su vinile, per i locali della scena londinese, e la giornata del 27 giugno si preannuncia ricca di sorprese ed emozioni per tutti gli appassionati della dance in ogni sua declinazione.
Link: https://www.facebook.com/POVativity/

domenica 25 marzo 2018

Peter Brown:Do You Wanna Get Funky with Me


Peter Brown, nato nei pressi di Chicago nel 1953, è una figura di fondamentale importanza per la disco, un personaggio che è sempre poco citato rispetto alle innovazioni e ai risultati ottenuti. Figlio di Maurice, ingegnere elettronico, Peter ha sempre vissuto tra i più moderni ritrovati della tecnologia, dato che il padre era sempre il primo ad acquistare ogni novità del mercato, dalla TV a colori, agli stereo hi-fi, ai primi registratori multipiste. Ed è proprio con un registratore Teac acquistato dal padre che Peter ha iniziato a registrarsi e a creare quel mix di sonorità funky-disco-elettronica che ha ispirato una moltitudine di gruppi e artisti della scena di fine anni '70.
Il brano seminale di questa particolare vena della disco è proprio Do You Wanna Get Funky with Me, registrato originariamente nella sua camera da letto e proposto, con successo e con l'appoggio del produttore Cory Wade, all'etichetta T.K. di Henry Stone.
Il successo negli USA fu immediato e clamoroso, il pezzo raggiunse il n. 18 della classifica di vendita e la versione mix (di 8 minuti e 30") fu il primo 12 pollici a superare il milione di dollari di incassi.
Do You Wanna Get Funky with Me ha un incedere insolito, un ritmo sincopato ma atipico rispetto agli altri hit da discoteca e lo stesso Brown, in un'intervista rilasciata a disco-disco.com, ricorda come fu sorpreso dall'enorme popolarità: "Tecnicamente, era troppo lento per essere un brano da discoteca... suppongo che avesse qualcosa di indefinibile che faceva sì che la gente ne restasse catturata. Sono certo che anche il titolo avesse a che fare con questo...posso immaginare che comunque avesse un groove unico, riconoscibile e che amavano tutti..."
Brown è un uomo creativo, polistrumentista, appassionato e studioso di grafica, sensibile alle novità e tutto ciò si è fuso nella sua espressione musicale e a tal proposito vale la pena di citare anche il lato Bdel singolo, Burning Love Breakdown, un funk ipnotico ed elettronico, suonato interamente da Brown e, all'epoca, divenuto un classico di una delle discoteche di culto di New York City, il Paradise Garage. In Italia il brano visse una discreta popolarità nelle discoteche ma non scalò le classifiche di vendita e, come molti altri straordinari titoli di questa serie, rimase e rimane un pezzo per addetti ai lavori, scoperto e riscoperto dai deejays.

Lato A: Do You Wanna Get Funky with Me
Autore: Peter Brown, Robert Rans
Lato B: Burning Love Breakdown
Autore: Peter Brown, Cory Wade
Interprete: Peter Brown
Nr. cat. RCA XB 2183
Data di uscita italiana: 1977

Clicca e ascolta su YouTube il brano "Do You Wanna Get Funky with Me"



sabato 11 febbraio 2017

Jimmy "Bo" Horne: Get Happy


Jimmy "Bo" Horne, artista di riferimento della collana Soul Explosion e già interprete del clamoroso successo Gimme Some propone nel 1977 l'ennesimo singolo tratto dall'album Dance Across the Floor. Si tratta di Get Happy, sempre con la produzione di Casey e Finch della K.C. & the Sunshine Band, anche in questo caso autori e arrangiatori del brano. La voce di Bo Horne è possente come mai, trascinante, il ritmo del brano è incisivo, con accenti caraibici e un break percussivo con protagonisti il drummer Robert Johnson e il percussionista Fermin Gotysolo, un break che sembra scritto apposta per la gioia dei deejays pronti a mixare sul groove giusto. Il brano però non sfonda, negli USA non va oltre la 19esima posizione nelle classifiche Dance, risultato buono ma non eccezionale, mentre risulta non pervenuto nelle classifiche di vendita. 
In Italia non va meglio, anzi. Forse a causa della grande produzione di singoli di genere disco e dello stesso Jimmy Bo Horne che era già al quarto singolo in una manciata di mesi. Inoltre il retro It'sYour Sweet Love era già uscito come singolo qualche mese prima...
Get Happy resta un pezzo da addetti ai lavori, passato al momento giusto dai professionisti del missaggio, che avranno certamente apprezzato la lunghezza del singolo, ben 4'23, la stessa della versione album e mix senza alcun edit riduttivo.
Il brano, come tanti di questa serie, è da riscoprire, un esempio perfetto del miglior Miami Sound degli anni 70, con un equilibrio perfetto di chitarre fiati e percussioni, il tutto con quel retrogusto latin che è quasi un marchio di fabbrica della musica soul made in Florida.
La carriera dance di Jimmy "Bo" Horne proseguirà ben oltre la fine della collana Soul Explosion e molti suoi dischi sono ancora oggi ben conservati nei case di ogni deejay che si rispetti.

Lato A: Get Happy
Lato B: It's Your Sweet Love
Autori: Harry Wayne Casey, Richard Finch
Interprete: Jimmy Bo Horne
Nr. Cat. RCA XB 2173
Data di uscita italiana: 1977

Clicca e ascolta su YouTube il brano Get Happy

domenica 16 ottobre 2016

J.B.'s Wedge: Bessie


Nel 1977 esce Mutha's Nature, il quarantottesimo album in studio di James Brown per l'etichetta Polydor. Cosa c'entra con questo blog? C'entra, c'entra..L'ultima traccia del lato A dell'album è Bessie, ovvero la versione vocale originale di questo 45 giri pubblicato in Italia nella serie Soul Explosion ed interpretato dalla band che allora accompagnava il Padrino del Soul, Mr. Sex Machine, il Ministro del Funk o comunque vogliamo chiamare il grandissimo James Brown.
Bessie è un brano tiratissimo, il più funk di tutta la serie Soul Explosion, ritmica frenetica, basso pulsante e fiati superlativi. Anche la parte vocale, qui ridotta ai cori della band, è funk puro che si sublima nella parte 2, totalmente strumentale.
In quegli anni James Brown e i suoi collaboratori, pur continuando a percorrere i sentieri aspri del funk, avevano cominciato a concedere qualcosa alle atmosfere disco a livello di sonorità e Bessie è uno dei migliori esempi di questa contaminazione. Non è certo un brano da classifica, e infatti ne rimase lontano, ma riusciva a trovare il suo spazio nel dancefloor per mano di quei deejay dall'anima più radicale, quelli che non potevano fare a meno nel corso della serata di rendere omaggio al black sound più puro.
Negli USA il brano uscì su etichetta Brownstone, legata alla T.K. di Henry Stone, alla quale approderà anche lo stesso James Brown nel 1980 per registrare l'album Soul Syndrome.
Gli autori di Bessie sono tutti, o sono stati, componenti dei fantastici J.B.'s, la band ufficiale di James Brown e tra questi spicca il sassofonista Maceo Parker, un monumento del funk soul in compagnia del bassista Charles Sherrell, il drummer e percussionista Johnny Griggs e il sax tenore di St. Claire Pickney
In Italia il brano va maluccio, le vendite sono scarse e i passaggi radiofonici sparuti. Bessie resta un pezzo, come si diceva una volta, "da intenditori" e questo ne fa una piccola perla a 45 giri di questa serie.


Lato A: Bessie
Lato B. Bessie (part 2)
Interpreti: J.B.'s Wedge
Autori: Charles Sherrell, Johnny Griggs, Maceo Parker, St. Claire Pickney
Nr. Cat. RCA Victor XB 2138
Data di uscita italiana: 1977

Clicca e ascolta su YouTube il brano "Bessie"